Un 25 settembre che ha fatto chiarezza


Rilanciamo anche qui dal sito di Autonomie e Ambiente un intervento che ieri, 29 settembre 2022, ha diffuso Massimo Moretuzzo, il consigliere regionale e segretario del Patto per l'Autonomia F-VG. Se non altro, il voto del 25 settembre 2022 ha portato un elemento di chiarezza: ha vinto una forza centralista e presidenzialista. Il nostro mondo civico, ambientalista e autonomista sta da un'altra parte.

Scrive Massimo Moretuzzo: "Il risultato delle elezioni politiche del 25 settembre ha sicuramente un vantaggio: non permette interpretazioni ambigue. C’è un partito di destra, Fratelli d’Italia, nazionalista e sovranista, che ha vinto in modo inequivocabile, peraltro con percentuali in Friuli-Venezia Giulia più alte della media italiana. Poi ci sono gli altri partiti che, chi più chi meno, chi dentro una coalizione vincente chi dentro una coalizione perdente, chi in rimonta chi in discesa sui sondaggi, hanno perso. Il tutto dentro la cornice di una tornata di voto che ha visto l’ennesimo, pesantissimo, aumento dell’astensionismo e una legge elettorale pessima, per la quale al momento del deposito delle liste era già nota la composizione di gran parte del futuro parlamento. Una legge elettorale che, fra le altre cose, penalizza fortemente le formazioni politiche territoriali – motivo per cui il Patto per l’Autonomia (e nemmeno la sorellanza di Autonomie e Ambiente di cui il Patto è al momento la guida, ndr) non ha espresso delle candidature – e non riconosce in alcun modo la nostra specialità regionale, a differenza di quella di altre regioni e province autonome che anche questa volta hanno eletto dei rappresentanti di partiti locali.".

Si legga l'intero intervento sul sito del Patto per l'Autonomia Friuli-Venezia Giulia:

https://www.pattoperlautonomia.eu/tutte-le-notizie/1141-autonomia-e-partecipazione-dei-cittadini-l-unica-ricetta-efficcace-contro-il-dilagare-dei-sovranismi-in-europa

 

 


Autonomie e Ambiente
Via Vittorio Emanuele III n.3 - 33030 Campoformido (UD)

Newsletter

Iscriviti alla nostra newsletter per ottenere aggiornamenti sulle attività della rete Autonomie e Ambiente

Abilita il javascript per inviare questo modulo